venerdì 19 aprile 2013

SPAGHETTI ALLA CHITARRA AL SUGO DI AGNELLO E PEPERONI

I miei primi spaghetti alla chitarra fatti in casa, di questo devo ringraziare le mie amiche d'infanzia  Stefania e  Marina (conosciute all'asilo e mai perdute) per la spledida chitarra ricevuta in regalo per il mio compleanno.
Questo è un formato di pasta che amo molto, non so perchè, ma ancora non mi ero attrezzata per farli in casa, così, vista la fortuna di avere un'amica con il marito abruzzese, ho pensato che di ritorno dal loro viaggetto natalizio sarebbero stati in grado di procurarsi la chitarra, sappiatelo, dopo tanti anni che ci conosciamo i regali sono sempre concordati.
La soddisfazione per aver finalmente preparato io gli spaghetti è stata grandissima, naturalmente la bontà rispetto a quelli che si comprano in negozio è di molto superiore. Per l'impasto, sono andata un po' a sentimento, così anche per il sugo, tra riviste e siti di cucina girano miriadi di varianti, questa è la mia.



Ingredienti:

Per la pasta (2 persone):

100 g farina di semola
80 g farina 00
1 uovo + 1 tuorlo

Per il sugo (6 persone, il rimanente l'ho suddiviso in due vasetti e congelato):

1 spalla d'agnello disossata e tagliata a dadini (650 g)
1 grosso peperone rosso + 1 grosso peperone giallo (750 g)
1 rametto di rosmarino
1 rametto di maggiorana
300 g di polpa di pomodoro di buona qualità
1 spicchio d'aglio
Pecorino di media stagionatura grattugiato
Vino bianco secco
Olio extravergine di oliva
Sale e pepe

Impastate le farine con l'uovo intero e il tuorlo, lasciate riposare la pasta per almeno 30 minuti.
Tirate la sfoglia in rettangoli (devo prenderci ancora le misure, li ho fatti più larghi, poi i ritagli li ho reimpastati e di nuovo tirati), appoggiateli sulla chitarra e con il mattarello formate gli spaghetti.


Rosolate nell'olio extravergine lo spicchio d'aglio con il rosmarino e la maggiorana finamente tritati, unite la carne e rosolatela, sfumate con il vino, quando sarà evaporato, abbassate la fiamma, coprite, aggiungete la polpa di pomodoro e lasciate cuocere per 1 ora.
Nel frattempo, lavate i peperoni, eliminate semi e filamenti bianchi e tagliateli a pezzetti.
Trascorso il tempo indicato prima, unite la polpa di pomodoro al sugo di agnello, salate, pepate e continuate la cottura per altri 45 minuti.
Lessate la pasta in acqua salata, fatela insaporire nel sugo e servitela con abbondante percorino grattugiato.

Con questa ricetta partecipo al contest "Impastiamo" del blog "Deliziandovi.it" di Elisa e Maria:



14 commenti:

  1. Spettacolari ho già l'acquolina in bocca.
    ciao ciao
    emme
    Buon Week

    RispondiElimina
  2. Adoro la pasta fatta in casa! Questi spaghetti alla chitarra sono davvero invitanti!

    RispondiElimina
  3. E vai Sara! Sai che io adoro quest'attrezzo e non potrei più farne a meno. Da una parte sfettuccio e dall'altra suono la chitarra!!! E che meraviglia hai preparato!!!!

    RispondiElimina
  4. mamma che invidia...una chitarra in piena regola, mi piacerebbe averla l'ho intravista in un negozio di casalinghi ma non ho osato acquistare anche questa ...ho la cucina che straripa di caccavelle... complimenti anche il sugo non è da meno!

    RispondiElimina
  5. Lo strumento emette un suono delizioso ahahah
    davvero delizioso cara Sara.... ma solo perchè tu lo sai "suonare" BENISSIMO
    Fantastici io tuoi spaghetti e il sugo????? ne vogliamo parlare???
    Complimenti bimba!!!!!
    Un bacio e buon Sabato di soleeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  6. Che buoni Sara, complimenti sono perfetti.
    Anch'io ho la "chitara", assolutamente un must!
    Ciao e buon week-end
    Bettaroberta

    RispondiElimina
  7. Ma come? Mancava la chitarra nel tuo repertorio? Pensavo fossi esperta di ogni tipologia di pasta fatta in casa!!! Il sugo agnello e peperoni é divino, non vedo l'ora di copiartelo
    Back
    Cris

    RispondiElimina
  8. Ciao e grazie per la vostra visita, presto girerò la chitarra e preparerò gli spaghetti più sottili perfetti per un sugo di pesce!!! Vi aspetto!!!

    RispondiElimina
  9. Mamma che delizia, la chitarra mi ispira un sacco, ma giuro non saprei proprio dove trovarla!!!

    ps. ti ho risposto su fb riguardo al gioco dell'italia nel piatto, hai visto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela, ho letto su fb, mi pareva di averti anche risposto... temo di essere un po' tonta....

      Elimina