sabato 24 novembre 2012

ELICOIDALI CON TROTA, BIETOLINA E PINOLI TOSTATI

Più che una ricetta della nonna questo è un ricordo della mia infanzia. Un ricodo di quando papà con i suoi amici partiva al sabato mattina per una battuta di pesca, il massimo della goliardia per loro, ma una tragedia per la nonna che alla sera prima di cena si ritrovava a dover pulire decine di trote con mia madre che proprio si rifiutava di partecipare a questo sporco gioco, e poi diciamolo, a forza di mangiarne neanche si percepiva più la delicatezza di questo pesce ma si iniziava ad essere sfiorati da brividini di noia. La pasta condita con gli avanzi della trota al forno era una necessità in tempi in cui gettare cibo era da considerarsi una follia degna di ergastolo, solitamente si aggiungeva qualche verdura di stagione e così si terminava con un sospiro di sollievo il bottino accumulato. In questi tempi invece, la trota si cucina appositamente per poi godersela in un primo piatto per riassaporare sapori di una volta.


Ingredienti per 2 persone:

150 g di elicoidali
1 trota bianca da g 350 circa
100 g di bietolina
1 cucchiaio di pinoli
Prezzemolo
Olio extravergine di oliva
Sale

Pulite la trota, inserite nella cavità addominale qualche fogliolina di prezzemolo e cuocetela in forno a 190° per 20 minuti senza condimenti e senza sale.
Quando la trota sarà pronta, togliete pelle e lische e spezzettate la polpa ricavata.
In una padella antiaderente, tostate i pinoli.
In un'altra padella, fate appassire la bietolina in un cucchiaio di olio, quando sarà cotta, unite la polpa di trota a pezzetti.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, fatela poi saltare in padella con il sugo e un po' di acqua di cottura.
Servite la pasta ben calda con l'aggiunta dei pinoli tostati e un filo d'olio a crudo.

Con questa ricetta partecipo al contest "La nonna made in Italy" del blog "A pancia piena si ragiona meglio" di Elena:



29 commenti:

  1. Questo è il formato di pasta che a mio marito piace tantissimo.
    Poi il condimento con l'aggiunta dei pinoli e del'olio sicuramente diventa ancora più buono.

    RispondiElimina
  2. anche mio padre è un pescatore e ho sempre mangiato trote, a me piacciono molto, le preparo in mille modi, devo provare anche questo primo molto invitante, buon sabato

    RispondiElimina
  3. Che buona questa pasta... Sai che la trota non l'ho mai cucinata in un primo? E' assolutamente da provare. Un bacione

    RispondiElimina
  4. che ottima pasta e inserita subito, grazie per aver partecipato

    RispondiElimina
  5. ahahahah Capisco tua madre!!!!!
    ma come è strano che sapori che abbiamo imparato ad amare da piccoli ci restano sempre dentro...Ottimo questo piatto dolce Sara
    Un degno omaggio ai pescatori del Sabato

    RispondiElimina
  6. Oh Santo cielo, fossero tutti cosi sani gli hobby.....saremmo tutti piu felici..mio padre fuma!!e a mia madre non resta che pulire.....i posacenere!!!!! A parte ciò..io vivendo sul lago di Garda....che te lo dico a fare, adoro le trote!!e la tua ricetta è super!!!!Buon we;)

    RispondiElimina
  7. Grazie ragazze, allora ci siamo e restistiamo... noi amanti della trota non siamo sole... a Bologna purtroppo quando chiedo questo pesce vedo scossare troppe teste, devo ringraziare la mia nuova pescheria di fiducia per avermela procurata.
    Buona domenica!!! Sara

    RispondiElimina
  8. mi aspettavo un risotto ma mi accontento anche di questi begli elicoidali :-))

    RispondiElimina
  9. Ciao Sara....sento un profumino.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La trota in cottura!!! In cottura emana un profumo spettacolare!!

      Elimina
  10. Stessa situazione a casa mia, mio padre andava apesca e mia madre si rifiutava di pulirle...la nonna interveniva... la trota era tra i pesci più odiati allora, ora la compro spesso! proverò la tua ricetta! bacioni e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo io che noi due abbiamo avuto lo stesso svezzamento....

      Elimina
  11. Ciao Sara, sei una fonte inesauribile di ricette bellissime con il pesce. A questa non avrei mai pensato...brava!! Io compro la trota salmonata, credo vada bene lo stesso. Ciao e a presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Ros che va benissimo anche la salmonata, è solo un po' meno delicata!!

      Elimina
  12. sara dai un occhiata ho una sorpresa per te http://amononnapapera.blogspot.it/2012/11/oggi-mentre-preparavo-la-tavola-per-il.html. ciao giusj

    RispondiElimina
  13. buonissimi!!! hanno un'aria davvero appetitosa!

    RispondiElimina
  14. Si anche a me è capitato di mangiare trote in abbondanza, capisco!!!
    La pasta così non l'ho mai provata, mi hai fatto venire una voglia!!!
    Buona settimana
    Dana et Dana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci tengo molto al tuo parere Dana, per me è abbastanza usuale condire la pasta con la trota, anzi, ora la mangio molto meno spesso che da bambina!!

      Elimina
  15. C'è sempre una piccola magia quando posti piatti a base di pesce. Non è la prima volta che ti dico qualcosa di simile... Sarà perché è vero??? Guarda anche io sono contraria a buttar via cibo... per cui se non sai a chi farlo smaltire... basta che mi fai un fischio e mi immolerò per una "giusta" causa!! Un abbraccio Saretta... Mi vado a vedere le acciughine che ancora non avevo avuto il tempo di passare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elly per le tue parole... non sai quanto mi faccia felice comunicare la gioia che provo quando cucino.

      Elimina
  16. Ciao! piacere di conoscerti..
    Non ho mai mangiato la trota così devo provare...

    A presto
    Monica

    (fotocibiamo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, benvenuta nel mio blog, spero di rivederti presto!!!

      Elimina
  17. Questo piatto è semplice e delizioso...te lo copio!
    Un bacio e buona giornata
    Paola

    RispondiElimina
  18. bellissimo il tuo blog, complimenti! ora me lo studio poi torno, a presto, sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra, torna quando vuoi, sei la benvenuta!

      Elimina