giovedì 15 novembre 2012

GNOCCHETTI DI ZUCCA E RICOTTA CON RAGU' DI ACCIUGHE

E non potevamo dimenticarci le zucche, come si faceva a non cucinarle insieme alle acciughe? Per questa uscita Cris ha pensato per me a delicatissi gnocchetti di ricotta e zucca a cui ho dato un po' di verve con un sughetto di acciughe fresche, per prepararli, ho preferito  non aggiungere troppa farina, la ricotta era buonissima e volevo si sentisse chiaramente, ho così utilizzato un sac à poche tagliando gli gnocchetti direttamente sopra la pentola dell'acqua bollente.
Questi i piatti di zucca e acciughe di Cris e Babi:

Cris: Sformatini d'acciughe all'arancia e zucca in agrodolce

Babi: Millefoglie di zucca e acciughe con amaretti e salvia


Ingredienti per 2 persone:

12 acciughe fresche
100 g di zucca già pulita
130 g di ricotta di pecora
1 tuorlo di un uovo piccolo
10 cucchiai circa di farina 00 (perdonatemi, non l'ho pesata, l'ho aggiunta poco per volta)
1 filetto di acciuga salata
1 piccola cipolla
2 foglie di salvia
Burro 
Olio extravergine di oliva
1 cucchiaio raso di semi di sesamo bianco

Lavate e diliscate le acciughe fresche, tagliate i filetti a tocchetti.
Cuocete al vapore la zucca tagliata a dadini per circa 6 minuti, schiacciatela con i rebbi di una forchetta.
Setacciate la ricotta e unitela alla zucca, unite la farina, il tuorlo sbattuto e il filetto di acciuga ben dissalato, regolate di sale e riempite con il composto un sac à poche.
In una padella antiaderente tostate i semi di sesamo senza aggiunta di condimenti.
In una padella, fate saltare la cipolla a fettine in due cucchiai di olio extravergine di oliva con l'aggiunta di una noce di burro lasciandola leggermente croccante, unite le acciughe a tocchetti, le foglie di salvia, salate e lasciate cuocere per un minuto.
Confezionate gli gnocchetti lasciandoli cadere direttamente nella pentola con acqua bollente salata, appena saliranno a galla, raccoglieteli con la schiumarola e fateli insaporire nella padella con il condimento, togliete la salva e serviteli con l'aggiunta del sesamo tostato.

Con questa ricetta partecipo al contest "Un'acciuga al giorno" del blog "Poveri ma belli e buoni" di Cristina:


19 commenti:

  1. ma che buona idea complimenti

    RispondiElimina
  2. Ottima l'idea del sac a poche, sarebbe stato un peccato abbondare con la farina…. la ricotta di pecora è troppo buona e poi così saranno rimasti morbidissimi, da sciogliersi in bocca!

    RispondiElimina
  3. Un primo piatto completo e molto intrigante, chissà che buon sapore!!!

    RispondiElimina
  4. Che piatto!! bueno buenisimo!! una combinacion estupenda!!
    laura

    RispondiElimina
  5. Questi gnocchetti sono golosissimi!!!

    RispondiElimina
  6. Quanto mi piace la ricotta di pecora
    hai fatto benissimo a usare poca farina Sara ma tanto tanto ammore c'è e si vede tutto!!!!!!!!!!!!!!!
    Un bacioneeeeee

    RispondiElimina
  7. Grazie ragazze!!! Mi fa piacere che la mia scelta di non esagerare con la farina vi sia piaciuta, adotto la stessa tecnica anche per gli gnocchi di fave.
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  8. mmmhhh che buono!! Passa dal nostro blog...c'è un premio per te! Cognata Lara

    RispondiElimina
  9. Grande ricetta...complimenti Sara quei gnocchetti sono grandiosi e sarei curiosa di vedere pure quelli alle fave, il condimento alle acciughe li rende sublimi...bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima privamera farò anche quelli di fave! Grazie Elena!

      Elimina
  10. ciao cara...oggi ero a Mantova...ho mangiato un piatto di tortelli alla zucca...favolosi!!!e se sapevo passavo da te a gustarmi questi gnocchetti che sono una favola!!!
    bacioni
    p.s.: la prossima volta passo davvero da te!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che ci conto!!!! Devi venire a Bologna!!!

      Elimina
  11. grande l'idea del sac à poche, infatti sembrano delle nuvole, nuvole di bontà!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cris, cotti così sono rimasti pieni ddi sapore e morbidissimi.

      Elimina
  12. Secondo me hai fatto bene a non mettere il peso della farina. In questi casi, dipenderà molto dalla consistenza della ricotta e dalla polpa della zucca, per cui aggiungendola un po' alla volta si avrà la consistenza desiderata. E naturalmente hai tirato fuori degli gnocchetti deliziosi, conditi ad hoc... Io rifarei tutte le vostre ricette con le alici... ci vorranno due anni, per lo meno! Ma ne varrà la pena!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elly, buona scorpacciata di alici!!!

      Elimina
  13. qui invece mi fermo e trasloco pure!
    come stai sara?
    un bacione, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica, qui tutto a posto, di corsa, ma è la norma!!
      Un abbraccio, Sara

      Elimina