lunedì 2 luglio 2012

MEZZEMANICHE CON SCORFANO E CIALDINE DI PECORINO, PISTACCHI E CAPPERI

A volte mi chiedo il perchè di certe mie leggerezze, come ho potuto trascorrere serenamente due anni della mia vita a tavola senza aver provato questa ricetta? Era il Maggio del 2010 quando Sale & Pepe attirò la mia attenzione con questo piatto, ma io più di infilare tra le sue pagine un segnalibro (tra le altre cose rustico, un foglietto riciclato da una lettera dell'ufficio) e dimenticarmene non ho fatto.
Per fortuna che nel cambio degli armadi, che nel mio caso consiste nel portare ad altezza braccia le riviste della stagione e relegare per qualche mese quelle invernali ai piani alti, ho aperto casualmente questo numero.... folgorazione.... ci saranno pure 40° gradi ma già i fuochi sono accesi, il pescivendolo è contento, dopo che sono passata io ha fatto giornata, gli avevo detto di ternermi da parte uno scorfanetto, non il re dei mari... pazienza, più companatico c'è più sono felice e adesso condivido con voi questa meraviglia con qualche mia piccola modifica.



Ingredienti per 2 persone:

150 g di mezzemaniche
1 scorfano medio (circa 220 g di filetto sono più che sufficienti)
1 bustina di zafferano
100 g di ciliegini piccoli
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di capperi sotto sale 
1 rametto di rosmarino
20 g di pecorino siciliano stagionato grattugiato
15 g di pistacchi di Bronte sgusciati
Olio extravergine di oliva
Sale e pepe

Dissalate i capperi e tritatene la metà insieme ai pistacchi., mescolateli con il pecorino e dividete la miscela in 3 parti (due per le cialdine intere e una da spezzettare nel piatto). Versate una porzione al centro di una padella antiaderente ben calda, lasciate fondere il formaggio e togliete la padella dal fuoco, vi consiglio di utilizzare un foglio di carta forno, sarà molto più semplice staccarlo. Dopo un minuto sollevate il croccante con una spatola e modellatelo su un mattarello in modo da incurvarlo, preparate in questo modo anche le altre cialdine.
Tagliate i filetti di pesce a pezzetti.
Incidete i pomodorini con un coltellino.
Tritate i capperi rimasti con il rosmarino. Soffriggete il trito in una padella antiaderente con uno spicchio d'aglio schiacciato e con un paio di cucchiai di olio, unite i pomodorini, il pesce e qualche cucchiaiata di acqua, salate, pepate e cuocete a fuoco vivace per 5 minuti, togliete l'aglio.
Cuocete la pasta aggiungendo lo zafferano all'acqua di cottura, scolatela al dente, ripassatela in padella con il ragù, aggiungete un filo di olio a crudo e servite con una cialdina intera in ogni piatto più qualche pezzetto della terza.

Con questa ricetta partecipo al contest "Antiaderente vs Ceramica: il nuovo contest di Lagostina" del blog "Araba Felice" di Stefania:



24 commenti:

  1. bel abbinamento, complimenti..

    RispondiElimina
  2. Deve essere buonissima!
    Grazie ed in bocca al lupo ;-)

    RispondiElimina
  3. Niente male, davvero niente male. La cialdina di pistacchio e' ottima. Complimenti :)

    RispondiElimina
  4. Adoro i primi piatti con il pesce, sono i miei preferiti in assoluto!!!! Bravissima

    RispondiElimina
  5. Hai ragione Sara...come hai fatto????? e soprattutto..... come hai potuto preparare questo primo e non chiamarmi?????? ahahahahahahah
    Un bacione tesoro
    e buona settimana!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. In effetti.....COME HAI POTUTO tenercela nascostaaaa?????:-DDDD E' un'autentica deliziaaaa, un bacione Sara!!!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti per la visita!!!! Prometto, quando in futuro troverò una ricetta interessante ve la passerò subito... e mi sacrificherò a testarla per voi!!!

    RispondiElimina
  8. ma dico io....tu qua dovevi abitare ...con tutte questi piatti di pesce che prepari!!!
    lo scorfano...è un Sig. pesce...buonissimoooooooooooo questo piatto!
    bacioni grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, lo so.... i miei devono aver avuto un abbaglio quando mi hanno generata a Bologna...

      Elimina
  9. deliziaa.proverò prestissimo.
    un caro saluto smalti pentole e r'n'r

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!!!! Grazie della visita!

      Elimina
  10. Che bel primo invitante e gustoso, troppo buono, brava!Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Molly, sei molto gentile!

      Elimina
  11. Una meraviglia solo a guardarlo!!!magnifica preparazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberto, un bel piatto di pesce come i tuoi!

      Elimina
  12. quelle cialdine di pecorino e pistacchio sono un incanto....
    se io conservassi una ricetta presa da una rivista dopo tre gionri non la troverei più..

    notte, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica, io le ricette le conservo tutte, ritrovarle poi è un problema, ma almeno so di averle!

      Elimina
  13. e invece io mi chiedo dove trovi l'ispirazione per le tue introduzioni, adoro il tuo stile!!! per il resto l'ho sempre detto che sei una super recipe-scout :-)) oltre che una garanzia per quanto riguarda i primi piatti!!!
    ottima performance
    ciao
    cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cris, la rodiola fa brutti scherzi...

      Elimina
  14. Ho ripreso a cucinare appena tornata dalle ferie, ho iniziato con questo piatto.
    Piatto buono, adatto al periodo estivo, mi è piaciuto.
    Come al solito ho dovuto apportare delle modifiche, questa mattina non sono riuscita a trovare nè lo scorfano e nè il pecorino siciliano, ho quindi usato filetti di cernia ed il pecorino stagionato sardo.
    ciao Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Anna!!!!! Sei un mito, l'ho sempre sostenuto! Ok, le tue modifiche sono perfette!

      Elimina