venerdì 21 ottobre 2011

TAGLIATELLE ALLA BARBABIETOLA ROSSA CON PANCETTA E FRUTTA SECCA

Come sottotitolo avrei potuto scrivere "disastro evitato", la ricetta l'ho trovata nella rivista A Tavola, il problema è che, non avendo mai fatto una sfoglia con la barbabietola, non sapevo perfettamente se le dosi erano o no corrette, no, non lo erano.
Da brava capricorno, sono partita nel dividere tutte le dosi per due essendo la ricetta ideata per 4 persone, ma quando ho unito le barbabietole alla farina, pareva più una mousse alla frutta che un qualcosa da poter impastare, ho così iniziato ad aggiungere farina 00 fino al punto giusto, praticamente da una partenza di 150 g di farina, sono arrivata ad impastarne il doppio e forse qualcosa in più, per questo motivo vi semplificherò la vita scrivendovi negli ingredienti: 1 barbabietola rossa piccola (e non 450 g consistenti in 3 medie), stesso discorso per il sugo, il peso della pancetta era secondo me eccessivo, insomma, a parte gli ingredienti, tutto il resto me lo sono dovuto sudate, compresa anche la pulizia del tagliere diventato di un bel violetto intenso.



Ingredienti per 4 persone:

Per le tagliatelle:
150 g di farina 00 (più quella che valutate necessaria dopo aver aggiunto la barbabietola)
150 g di farina di grando duro
1 piccola barbabietola (circa 60-70 grammi)
2 uova intere
1 tuorlo
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Sale

Per il condimento:
100 g di pancetta a dadini
1 grossa cipolla dorata
50 g di gherigli di noce
50 g di uva sultanina
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Frullate la barbabietola con le uova, unite il tutto alle farine, aggiungete l'olio, un pizzico di sale e impastate a lungo, vi consiglio di coprire con carta forno il tagliere per non macchiarlo.
Lasciate riposare per almeno 1 ora l'impasto, poi tirate la sfoglia a uno spessore non troppo fine, lasciate leggermente seccare e poi tagliate le tagliatelle.
Sbucciate le cipolle, tritatele e versatele in una padella con 4 cucchiai di olio. Aggiungete 1-2 cucchiai di acqua, coprite e fate appassire per circa 15 minuti a fuoco basso. Unite l'uvetta precedentemente ammollata, le noci e la pancetta e proseguite la cottura per 5 minuti.
Cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata addizionata con 1 cucchiaio di olio per 3-4 minuti. Condirle con la salsa e servitele con un filo d'olio e, a piacere, con abbondante Parmigiano grattugiato.

Con questa ricetta partecipo al contest "Get an aid in the Kitchen" del blog "La Cucina di Barbara":



 

12 commenti:

  1. Sara, ma sei bravissima, che aspetto prelibato queste tagliatelle, complimenti!!

    RispondiElimina
  2. che bontà questa pasta! sono capricorno anch'io, sai! :) buon fine settimana!

    RispondiElimina
  3. Gemma, grazie!! Adoro fare la pasta fresca.

    Tina, il colore in effetti era meraviglioso, penso che le rifarò anche per Natale o per Capodanno perchè danno un senso di festa.

    Valentina, capricorno anche tu, quindi quando un piatto che ti ispira non ti viene ci riprovi fino a 100 volte, giusto?

    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  4. Ciao! mamma che bel piatto di pasta!
    Grazie mille per partecipare al mio contest e piacere di conoscerti!
    Ti inserisco subito nel file,
    buon fine settimana, Barbara

    RispondiElimina
  5. Ciao Sara, anch'io le ho fatte e garantisco sono buonissime, io ho provato con due condimenti diversi alle mele e ai porri, ma il tuo niente male, lo proverò senz'altro!
    buona domenica, Alex

    RispondiElimina
  6. belle e molto particolari...brava!!!

    RispondiElimina
  7. Barbara, grazie di esserti unita al mio blog! Come avrai notato, prima trovo il contest e poi mi metto alla ricerca della ricetta giusta, è un gioco stupendo!

    Alex!!!! Avessi visto prima le tue tagliatelle.... sono sempre più convinta che i blog siano molto più utili delle riviste, se avessi letto le tue dosi, almeno un dubbio mi sarebbe venuto. In tutti i modi, in freezer ho un'altra parte della pasta (a volte non tutti i mali vengono per nuocere) e voglio provare il condimento che hai preparato tu, poi mi dai il consenso per postare la tua ricetta con il collegamento al tuo blog?

    Pam, belle sì, ma ci ho perso dietro tanti di quei neuroni....

    Grazie per la vostra visita!!!! Sara

    RispondiElimina
  8. Anch'io sono capricorno! Piatto veramente particolare da provare al più presto! Buona domenica I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  9. Mamma mia quanti capricorno in cucina..... capi assoluti dei fornelli....

    RispondiElimina
  10. Non sopporto le ricette sbagliate sulle riviste e sui libri! Non saremo professioniste, ma neanche senza cervello. Per fortuna che ci passi la ricetta già con la correzione incorporata.... Addirittura le hai pensate per feste importanti come Natale??? Saranno ottime come certi tortelli che mi hanno fatto sudare 7 camicie. E va bene suderò altre 7 camicie!!!!
    Baci
    G.

    RispondiElimina
  11. No Giulia, sono io che sudo 7 camicie!!! Tutte le volte rischio di fare tanta fatica per non riuscire nell'intento, comuqnue queste tagliatelle sono più semplici dei famosi ravioli con i gamberi, quasi quasi li rifaccio visto che adesso ho un blog...
    Ciao, Sara

    RispondiElimina