mercoledì 4 gennaio 2012

ANTIPASTO DI PANE CARASAU, PECORINO SARDO, PROSCIUTTO CRUDO DI PARMA E BROCCOLO ROMANESCO

Quando siamo in vacanza ad Alghero, ci godiamo spesso questo antipasto nel nostro ristorante preferito, naturalmente lì il prosciutto è sardo, che a mio parere non ha nulla da invidiare a quelli più rinomati, ho anche sostituito la rucola con il broccolo romanesco, peccato che davanti non avessi il meraviglioso tramonto su Capo Caccia


Ingredienti per 2 persone:

3 fogli di pane carasau
10 fettine di pecorino sardo di media stagionatura
10 fette di prosciutto di Parma stagionato
1 broccolo romanesco piccolo
Olio extravergine di oliva

Spezzate i fogli di carasau in tre parti, bagnatelo con acqua tiepida, sistematelo in una pirofila e adagiatevi le fettine di pecorino, mettete in forno ventilato a 180° finchè il formaggio inizierà a sciogliersi.


Nel frattempo cuocete le cimette di broccolo romanesco al vapore per pochi minuti, deve ammorbidirsi rimanendo però croccante, ci vorranno circa 6 minuti.


Togliete il pane dal forno, aggiungetevi il prosciutto a fettine, sbriciolate il broccolo romanesco lasciando le puntine intere, servite irrorando con olio extravergine di oliva.


Con questa ricetta partecipo al contest "Dall'antipasto... al dolce!" del blog "Battufolando":

13 commenti:

  1. Beh che dire, saporito e semplice... adoro questo tipo di antipasti!

    Valentina
    http://lincapace.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Che bell'antipasto!! lo proverò in versione gluten free ovviamente!! baci!

    RispondiElimina
  3. Buono...poi io amo la Sardegna e il suo pane carasau...ricordo di averne mangiato tantissimo in tutti i modi possibili
    Complimenti per l'antipasto goloso!!!!!

    RispondiElimina
  4. Sara, ma come fai a rendere così appetibili ed eleganti anche i piatti più semplici? Ti ho già fatto gli auguri per questo 2012? :) se no, considerali fatti! Vale*

    RispondiElimina
  5. ah guarda adoro il carasau, quando vado in sardegna mi faccio certe scorpacciate.. grazie di aver dedicato una ricetta solo per il mio contest, lo apprezzo molto :-) baci cara Sara

    RispondiElimina
  6. Sfiziosissimo! davvero complimenti! A presto!

    RispondiElimina
  7. nome splendido per un blog..ahhah..ti super seguo simmy

    RispondiElimina
  8. un tripudio di colori e sapori un assaggino?

    RispondiElimina
  9. mi piace. e poi dopo tutti i mappazzoni delle feste questo antipasto ha l'aria deliziosamente fresca e leggera!!
    in attesa di rigustartelo davanti ad u altro panorama....

    RispondiElimina
  10. Davvero un ottimo antipasto!!!

    RispondiElimina
  11. Valentina, hai ragione, a volte un semplice antipasto è più gradito di un piatto elaborato.

    Micol, dove si trova il carasau gluten free??

    Renata, per fortuna che ora il carasau si trova un po' ovunque, ci fa sentire meno la nostalgia delle vacanze.

    Valentina, grazie, in realtà fotografo senza pensare molto alle inquadrature, sono sempre affamata al momento dello scatto!

    Batù, grazie a te per il contest.

    Emanuela, grazie della tua visita!!

    Simona, grazie anche a te, benvenuta!

    Giovanna, un pezzettino vorrei proprio passartelo!!

    Monica, sì, l'antipasto è leggero, ma quello che è venuto dopo neanche te lo racconto...

    Fra, grazie, spero di averti dato un'idea nuova.

    Ciao ragazze, come sempre grazie infinite per le vostre visite!

    RispondiElimina
  12. Ciao!!! Grazie della visita!! La farina macinata a pietra l'ho trovata a Imola all'ex Molino Santa Cristina...se ti capita di passare di qua, facci un giro, ha moltissime farine!! Ciao ciao

    RispondiElimina
  13. Grazie Tiziana, informazione utilissima!!!
    Ciao, Sara

    RispondiElimina